La passione per il tattoo diventa un lavoro. Si è concluso alla sede di Crema di Cr.Forma il primo corso, unico su tutto il territorio provinciale, per Operatori del tatuaggio, condotto in sinergia con la Eleven Ink Academy. Gli attestati finali sono stati consegnanti nell’aula magna di via Pombioli, alla presenza di Paola Brugnoli, Direttrice generale Cr.Forma, Gian Maria Regazzetti della Eleven Ink Academy, Chiara Capetti, Direttrice della sede di Crema, Silvia Manzoni, responsabile del corso per Cr.Forma e Gabriele Di Cianni, direttore artistico di Tatuami Tattoo Convention e caporedattore del magazine Il Tatuaggio. A distanza è intervenuto Matteo Piloni, Consigliere di Regione Lombardia.

Dopo circa un anno, trascorso tra lezioni teoriche e laboratori, condotti negli spazi dell’accademia in via Cavour, e stage nelle aziende di settore, hanno ottenuto la qualifica professionale dodici ragazzi e ragazze, ora pronti per immettersi, con un titolo riconosciuto, nel mercato del lavoro del tattoo. Il corso, infatti, ha consentito agli studenti che hanno superato l’apposito esame finale di ottenere l’abilitazione regionale necessaria per operare nel settore e per aprire un’attività di tatuatore. Il corso di 1500 ore ha affrontato tutti gli ambiti della professione: dalle tecniche operative di tatuaggio, con un approfondimento sul piercing e sul trucco permanente, alle materie igienico-sanitarie, dalla normativa di settore alla vendita e al marketing. I dodici allievi qualificati (Alessandro Agguggini, Matilde Bellani, Sofia Bernardi, Sabrina Casali, Giacomo Cravero, Yuri Cremonesi, Marco Fusar Imperatore, Jacopo Gerosa, Angelica Granieri, Laura Nichetti, Carolina Pappalardo e Manuel Seresini), provenienti per lo più da Crema e dal territorio provinciale, con percorsi di studi diversificati alle spalle, dal Liceo Artistico alla Ragioneria, hanno già ricevuto numerose offerte di lavoro, segno dell’importanza di formare figure qualificate, pronte ad operare nel settore.

Imprescindibile per il percorso formativo, è stata la collaborazione con Eleven Ink Academy che ha messo a disposizione spazi laboratoriali, attrezzature e professionisti del mondo del tatuaggio, creando anche un legame fondamentale con la città di Crema grazie alla sua posizione nel centro storico. Tra gli ospiti d’eccezione intervenuti durante il corso, tatuatori di fama nazionale e internazionale come Samuel Olman, Simone Marchi, Max il nano, Kindamo, Brigante e Borsi. Tre gli eventi fieristici a cui gli
allievi hanno potuto partecipare: TatuaMI e Mi.Ta.Co. a Milano e l’International Tatoo Convention a Verona.

“Questo corso è frutto di un’intuizione grande che la scuola ha saputo cogliere e concretizzare anche con il coinvolgimento di Regione Lombardia – ha esordito Paola Brugnoli, Direttrice generale Cr.Forma – Un progetto che avrà Crema protagonista e che avrà lunga vita, perchè sposa una visione, quella che se crediamo davvero nella realizzazione di qualcosa e ci impegniamo per farlo, i risultati arrivano. E non diventa più necessario andare in altre città per una formazione di alto livello”.
“Siamo soddisfatti – ha commentato Gian Maria Regazzetti, titolare Eleven Ink Academy – Il tatuaggio per una volta sul territorio è stato preso in considerazione in modo diverso. Il tatuaggio è lavoro, ma è anche arte. Noi abbiamo portato il tatuaggio come crescita culturale e artigianale, oltre che professionale”.
“La parte più sfidante del corso è stata quella tecnico operativa – ha spiegato Silvia Manzoni, responsabile corso Cr.Forma – Ha consentito ai ragazzi di sperimentarsi e di arrivare a risultati per alcuni insperati. E’ stato un percorso complesso, i ragazzi si sono impegnati molto, la scuola li ha supportati. Sono cresciuti tanto e ora sono pronti a entrare nel mercato del lavoro. Siamo molto contenti e diamo il benvenuto ai nuovi ragazzi che affronteranno il nuovo percorso, rimodulato sulla base dell’esperienza della prima edizione”.
“Quando sono venuti a trovarmi – il commento di Gabriele Di Cianni, direttore artistico di Tatuami Tattoo Convention – ho trovato un gruppo di ragazzi che sapeva ciò che stava facendo e si sapeva comportare all’interno di uno studio. In una realtà di provincia con un corso ben gestito, i ragazzi forse riescono ad essere preparati meglio. In sinergia con importanti tattoo convention che hanno la funzione importantissima di condividere e aggregare”.
“Aggregazione, condivisione, formazione sono le parole ripetute oggi – ha aggiunto Chiara Capetti, Direttrice della sede di Crema – Io sono fortemente consapevole di ciò che questa scuola è: siamo la scuola che combatte gli stereotipi, che progetta dal nulla, che accetta le grandi sfide. Questa ne è una. Siamo molto soddisfatti del risultato. Grazie anche ai ragazzi per averci permesso di entrare nelle loro quotidianità e nelle loro vite. Hanno dimostrato tenacia e determinazione, bravi”.
“I professori sono riusciti a trasmetterci la passione delle materie e la scuola è stata brava ad organizzare. Sono stati tutti competenti e disponibili. Questo corso è stato davvero bello”, ha concluso Sofia Bernardi, studentessa qualificata.
“Complimenti per il lavoro che state facendo, per la passione e l’impegno che ci state mettendo in questo corso che mette insieme pubblico e privato e che coglie un’opportunità di Regione Lombardia – è la dichiarazione di Matteo Piloni, consigliere di Regione Lombardia – Grazie a Cr.Forma che ha accolto questa sfida e a Gian Maria Regazzetti che ha voluto mettere a disposizione la sua arte e la sua professionalità. In bocca al lupo ai ragazzi che dimostrano che questa è un’arte che c’è e che vuole emergere. E’ obiettivo di orgoglio avere questo corso, unico sul territorio, a Crema, e noi, come istituzioni, siamo a servizio affinché possa durare molti e molti anni”.

E mentre dodici Operatori del tatuaggio si sono qualificati, altri tredici aspirano a farlo. La seconda edizione del corso, infatti, ha già preso il via a inizio ottobre presso la Eleven Ink Academy, riproponendo la stessa formula testata con successo nel primo corso e aggiungendo qualche novità rispetto agli ambiti di approfondimento.

Per l’evento conclusivo del corso, nell’aula magna della scuola è stata allestita una piccola area espositiva con alcune tavole da disegno prodotte dai ragazzi durante il loro percorso, pelli incise per attività di esercitazione e tavole di violino decorate con le tecniche del tatuaggio in omaggio alla vocazione liutaria del territorio.