Don’t combat alone. Mary Garret è stata ospite d’eccezione della tavola rotonda organizzata dal Centro di Formazione Professionale Cr.Forma in occasione della Giornata nazionale del Fiocchetto Lilla dedicata ai disturbi del comportamento alimentare. L’appuntamento si è svolto venerdì 15 marzo nella Sala Alessandrini di Crema, alla presenza di Paola Brugnoli, direttrice di CrForma, di Matteo Piloni, consigliere di Regione Lombardia, di Anastasie Musumary, Assessore al Welfare e alla Coesione sociale del Comune di Crema, di Walter Della Frera, delegato allo sport del Comune di Crema, e degli studenti e delle studentesse della sede di Crema. 

L’intervento clou è stato quello della ballerina del Teatro La Scala, testimonial della sensibilizzazione sui disturbi alimentari. 

Mariafrancesca Garritano, in arte Mary Garret, ha raccontato alla platea la propria storia: dagli studi di danza classica fin da bambina all’ingresso nel corpo di ballo del Teatro La Scala, dalle dichiarazioni sui disturbi alimentari che le sono costate il licenziamento (giudicato illegittimo dal tribunale) fino all’impegno come testimonial contro i disturbi alimentari. “Quando il silenzio non fa più parte di te – le parole di Mary Garret ai ragazzi – allora inizia ad urlare, la tua anima si ribella, riprendi il potere della tua identità e cominci a guarire. Si può chiudere il passato in uno scatolone, ma non si può cancellare. Guarire è possibile solo quando urlerete la vostra voce”.

Alla Tavola Rotonda hanno partecipato anche Michéle Padrini Raffaella Belli, giocatrici della squadra femminile dell’AC Crema 1908, la psicologa Federica Parolini e la nutrizionista Elena Vavassori. Molto toccante la testimonianza della 19enne Emma Mangini, che sta affrontando un percorso di cura sui disturbi del comportamento alimentare: “Io non sorridevo più, mi sentivo piccolissima, impotente e priva di reagire. In queste situazioni, accade che con il tempo tiri fuori una forza che non sapevi di avere. Io volevo tornare a vivere da adolescente, riprendere in mano la mia vita. Ho deciso di tornare a vivere. Trovate in voi la motivazione, la strada giusta è partire da se stessi”. A moderare il dibattito, Luca Guerini, giornalista de Il Nuovo Torrazzo.

“Continuiamo ad affrontare come scuola il tema dei disturbi alimentari perché è fondamentale per i nostri ragazzi e le nostre ragazze approfondire il rapporto con il proprio corpo e con il cibo – la dichiarazione di Chiara Capetti, direttrice della sede di Crema di CrForma – Vogliamo che sappiano che la nostra scuola c’è e che anche qui possono trovare uno spazio di ascolto e un incoraggiamento a superare le difficoltà che possono incontrare nel loro percorso”.