A Crema nuovi laboratori di meccanica e sala bar

17 Febbraio 2022

A Crema nuovi laboratori di meccanica e sala bar

Un importante investimento nei giovani, uno stimolo ai tempi del covid 

Belli, funzionali e dotati di attrezzature all’avanguardia. Da gennaio operano a pieno regime i laboratori riqualificati della sede di Crema di Cr.Forma, oggetto negli ultimi mesi di importanti lavori di ammodernamento. Un progetto fortemente voluto dal Cda presieduto da Maria Luise Polig e dalla direttrice generale Paola Brugnoli per ampliare e innovare gli spazi dedicati in particolare all’attività didattica dei settori ristorazione e meccanica. L’esigenza di riqualificare i laboratori è nata sia all’interno del confronto con le aziende del territorio che ospitano gli alunni durante i numerosi tirocini formativi, sia dal crescente numero di iscritti ai corsi, in particolare quello di meccanica con l’attivazione per l’anno scolastico in corso di ben due prime classi con 50 allievi.

Il laboratorio di meccanica, secondo il progetto realizzato in sinergia con il centro Texa, leader per le soluzioni logistiche del settore, è stato ampliato e dotato di tutto ciò che serve per approfondire ed implementare lo studio e la sperimentazione in particolare negli ambiti dell’autronica, dei sistemi meccatronici e delle fasi di collaudo. In dotazione al laboratorio, un tester diagnostico di ultima generazione e un sollevatore ad azione idraulico per l’assistenza ai motocicli.

Riqualificato anche il laboratorio di sala bar, ristrutturato sia dal punto di vista edilizio, sia dal punto di vista impiantistico e arricchito da nuove attrezzature necessarie per lo svolgimento dei corsi secondo una metodologia didattica innovativa. Lo spazio è stato suddiviso in due parti, una prettamente laboratoriale, una dedicata alle lezioni teoriche. Gli studenti hanno così la possibilità di sperimentare tutte le varie attività richieste a un barman o cameriere professionista (ordinazioni, caffetteria, preparazione snack, area flair, servizio al tavolo e al banco), oltre a tutta la parte relativa a gestione d’impresa, gestione magazzino, igiene e scienze dell’alimentazione. Ciò consente di inserire nel percorso formativo l’importante competenza della ‘Cucina da sala’ nel quarto anno del Diploma di Tecnico della ristorazione.

“In questo periodo ancora contraddistinto dagli effetti persistenti dell’emergenza sanitaria – evidenzia la direttrice Paola Brugnolivolevamo trasmettere ai ragazzi e alle loro famiglie la capacità e volontà della scuola e di tutto il personale docente ed amministrativo di perseguire obiettivi di miglioramento anche nella difficoltà. I nostri ragazzi hanno sofferto per questo ennesimo periodo di didattica integrata e volevamo percepissero con forza quanto la scuola si stesse adoperando per riaccoglierli in presenza dopo le vacanze di Natale offrendo loro lo stimolo di laboratori rinnovati che li hanno lasciati a bocca aperta. Hanno sentito quanto crediamo in loro e nelle loro capacità e ciò è stato per noi motivo di grande soddisfazione perché è stato alimentato il senso di appartenenza al nostro centro di formazione professionale”. 

“Come Presidente – il commento di Maria Luise Polignon posso che esprimere la soddisfazione del Cda di vedere realizzato in tempi record un progetto di ammodernamento e innovazione ritenuto per l’azienda indispensabile per essere sempre all’altezza delle sfide richieste dal mondo produttivo e per essere attrattivi offrendo ai giovani spazi adeguati e tecnologicamente avanzati per la didattica laboratoriale”. 

 

Ricerca il tuo corso